Il cieco, lo sciancato e il chiacchierone

Il suono di mille tamburi aleggiava nell’aria, mentre il suo corpo contuso e piagato reclamava pace. Lui legato al palo della tortura, non poteva muoversi e riusciva a fatica a respirare per la polvere alzata dalla danza sfrenata di mille guerrieri. Nonostante la sofferenza riusciva a sentire su di se, uno sguardo di occhi ordenti come braci che lo guardavano … Continua a leggere

L’arma segreta

Digressione

20181102_145700(1)

Complimenti a Gigi.

L’unico di noi a riportare una vittoria vera, anche giocando all’estero.

Da queste parti invece nulla di veramente nuovo.

Causa bufere e nubifragi il comune dà ordine di tagliare gli alberi pericolanti.

Così il nostro Pino non esce di casa e non si fa vedere in giro, lasciandoci in 7 a disputarci i 3 punti.

Di fronte all’accorato appello della platea mi sacrifico e vado tra i pali per un 4 contro 4.

La mia avventata generosità, non mi fa controllare prima con chi gioco e quando mi accorgo di stare in squadra con Alfredo è ormai troppo tardi…

Io, il Vate; Buska e Matteino di qua. White fox, Angelo, Pako e il Muto di là.

Che giochiamo a fare ?

Ma Matteino non è d’accordo ed oggi pare tarantolato.

Insomma chissà come ci troviamo avanti 2 a 0.

Ma white fox non ci stà. Chissà dove, trova energie nascoste

20181102_145850

Così prima ci raggiungono e poi ci superano.

Ma la partita rimane in bilico. Io qualcosa paro, il Busca azzecca qualche buon tiro da lontano e il povero Matteino si danna l’anima nonostante i continui rimbrotti del Vate che pur avendo la mobilità di un cavallo..di frisia continua a urlare contro tutti sputacchiando qua e là.

Poi dopo mezzora la gamba mi molla e chiedo il cambio…

Al mio posto entra Brutus che ha una gamba sola ma anche i riflessi del ventenne.

20181102_145824

Comincia un’altra partita perché è lui l’arma segreta.

Da quel momento la nostra porta si chiude e dall’altra parte si perde la fiducia.

20181102_14561820181102_145634

Così in breve riconquistiamo il vantaggio e lo teniamo sino alla fine.

20181102_145736

Gli avversari corrono a vuoto e il Vate si bulla perché dopo 38 minuti azzecca un passaggio.

20181102_145749 20181102_145630

Finisce quindi con il nostro trionfo.

Ma a pensarci bene i veri trionfatori oggi sono altri…

IMG-20181102-WA0003[1]

GC

 

Kaspersky Password Manager

Creare una password complessa per l’account

il Diesel

Digressione

pako

Con l’arrivo dei primi freddi si risvegliano le sopite energie di molti membri del Club.

Così molti hanno un avvio lento, ma finiscono in crescendo.

Come un diesel dei vecchi temi il Manovella parte piano e brancola per il campo nella vana ricerca di una posizione che fatica a trovare.

manu1

Poi col passare dei minuti, dopo aver meditato per qualche minuto in porta, si ricorda di essere uomo-squadra, attacca il turbo e comincia a macinare gioco.

manu2

La troppa figa, pardon, foga, lo rendono a volte poco lucido e qualche passaggio finisce nel nulla, ma ci mette voglia e grinta, e con un paio di gol riesce a trascinare la squadra a lottare sino alla fine alla ricerca dell’irraggiungibile pareggio.

Un altro che non si risparmia mai è Pino.

pino1

Lui è uno di quelli che la “garra” ce l’ha nel sangue e che lotta sempre sino all’ultimo minuto.

pino 4

Mio figlio Brutus è convinto che Pino sia il giocatore con miglior visione di gioco presente al club. Io penso che tale primato appartenga a “White fox” e su questo spesso discutiamo.  Rimane il fatto che se Pino avesse ancora le ginocchia sane

pino3

sarebbe sicuramente un giocatore di un altra categoria…

pino2

Parlando di Fuoriclasse non si può trascurare chi sempre continua a dispensare perle di genio calcistico. vate1

L’immenso Vate non ha solo difeso con onore la sua porta, ma si è avventurato in travolgenti avanzate che hanno sorpreso gli avversari

vate 2

e oltretutto ha osato anche il dribbling senza perdere l’equilibrio e cadere a terra come spesso gli accade.

vate3

Un altro protagonista è stato sicuramente Gigi.

Ieri era sicuramente “in palla” ed ha osato molto più del solito.

gigi1

Cattivo e combattivo in ogni fase del gioco, ha fatto pesare parecchio il suo contributo sull’andamento del match.

gigi2

Del resto, tiro a parte, lui è sempre una garanzia sul piano del gioco.

gigi3gigi4

Ciccio è stato tra i pali per buona parte della partita, alternando buone cose

ciccio1ad altre più…imbarazzanti.

ciccio2ciccio3

Sempre pericolose comunque le sue avanzate, soprattutto quando ha la possibilità di caricare il tiro dalla fascia destra.

ciccio4

Matteo come sempre molto mobile, ha mostrato le solite qualità nella

mat1

velocità e nel dinamismo, ma anche le vecchie lacune nel tiro e nella misura di alcuni passaggi.

mat2

Sui soliti ottimi livelli l’inossidabile “White Fox”

ernesto 1

Così come ben si sono comportati sia Angelo che Paolo-

angelo1paolo1

Rimane infine Pako…

Ma non mi ricordo se è venuto…

pako2

GC

ANATEMA ! – (by Pierluigi)

Digressione

MANU

Antefatto
Era una notte buia e tempestosa, il Vate si girava e rigirava pesando
la punizione giusta  per il Manovella reo di non avergli concesso
Matteino nelle conte di lunedì.

Lesa maestà  che andava punita
severamente e la vendetta doveva essere tremenda: punirne uno per
educarne 100!

E così nella notte tra alambicchi e provette fumanti si
generò  l’urlo aggiacciante: “ANATEMAAA !”,” ANATEMA
TREMENDISSS
COLPISQUI MANOVELLISSS!!!!!!”

La partita

Oggi  caldo estivo all’evodia ma 10 presenti per un 5 contro 5 che non
si vedeva da tempo. Alle conte il  capofila  Ernesto e l’ignaro
Manovella che avendo diritto alla prima scelta optava sornione per il
fido Matteino.

Ernesto stupisce con scelte poco scenografiche ma di
sostanza ( i manovali Gigi ed Angelino). Quindi di là Busca.

Ora le conte e di lontano si ode il  ghigno premonitore… infatti  Ernesto le
vince entrambe  aggiudicandosi Il  buon Paolo e Pako Pakino mentre al
povero Manovella non restavano che Ciccio ed il Vate…

Il Vate appunto, un paio di volte fa finta di allacciarsi una scarpa lasciando
la porta vuota, si gira dall’altra parte mentre gli avversari

gigi
infieriscono, poi si concentra su Matteino e quello comincia a
svirgolare l’insvirgolabile,

MAT

poi guarda Busca, ma quello va già  per
conto suo e con Ciccio non si deve sforzà più di tanto..

Il manovella all’inizio ci prova, combatte, s’incazza ma dispensa
calma, non si spiega..  ma poi incrociando il ghigno stampato sul volto del
Vate finalmente capisce… l’anatema è arrivato, ora bisogna solo
capire
quanto durerà..

Gigi

MISSION IMPOSSIBLE

Digressione

8790-

Un grido di dolore aleggiava nell’aria pur se all’Evodia tutto era silenzio.

Erano ancora le 13,30 ed il Vate camminava in mezzo al campo in compagnia soltanto della sua disperazione…

L’infido Penna Bianca s’era ripreso la testa della classifica così tanto agognata…

Bisognava correre ai ripari ed il rimedio era solo uno..la vecchia volpe lo sapeva ed in cuor suo pregò avidamente i suoi numi tutelari di fargli vincere la prima conta.

Ormai era chiaro a tutti che chi si aggiudicava Cristian, era già a metà dell’opera e così dopo aver riempito d’aghi una bambolina con le sembianze di Ernesto, si cinse il collo con una collana d’aglio e si grattò le palle con meticolosa cura usando la mano con la quale avrebbe fatto a paro e disparo.

Arrivato il fatidico momento il cielo gli sorrise e la prima conta fu sua.

Preso Cristian, chi se ne frega di cosa viene poi… così perdette tutte le altre conte.

Fatta la squadra col Vate e Brutus, finirono anche Ciccio e Angelo.

Di là andarono con White Fox, il fantasmagorico Manovella, Buska e bimbo Gigi.

Ma la sorte malevola aveva in mente uno scherzo maligno.

Angelo non stava bene e mente e gambe sembravano annebbiate.

20181012_142420

I passaggi lenti erano spesso imprecisi, mentre i rari tiri in porta finivano sempre fuori

20181012_142625

L’impegno non mancava da parte sua, ma se la testa diceva una cosa le gambe ne facevano un altra…

20181012_142628

Il Vate al contrario, soffriva del problema opposto. Vale a dire che le gambe facevano ciò che diceva la testa… e lascio a voi immaginare il risultato.

20181012_14204020181012_142229

Palle perse in quantità industriale, passaggi fuori misura, tiri che sembravano passaggi…insomma una delle sue peggiori esibizioni

20181012_142723

Ciccio tentava di salvare il salvabile e qualcosa di buono l’ha fatto.

A parte qualche buon tiro in porta,

20181012_143102(0)

Le sue marcature erano sempre attente e serrate

20181012_142446

Ma alla lunga anche lui è crollato di fronte all’inevitabile.

E Brutus ? Per un po’ ha dato l’illusione di farcela nonostante tutto.

20181012_142256(0)

Suoi era no i gol che tenevano a galla la squadra sin oltre metà partita,

20181012_142714

20181012_143102(3)

20181012_143103

Ma era una vera “Mission Impossible” oggi ed anche e suoi numerosi ripiegamenti difensivi

20181012_142618(0)

non hanno evitato alla sua squadra di subire una valanga di Gol.

Di là invece tutti in gran forma.

Manovella era particolarmente ingrifato e tentava in tutti i modi di sedurre Angelo

20181012_142619

con scarso successo però, visto che a fine partita si consolava col palo.

20181012_140347

Buska è un giocatore particolare.

Ama gli effetti speciali e spesso in essi si perde.

Quando però, come oggi, ha il dono della concretezza, risulta assai concreto ed utilissimo alla squadra.

20181012_142539

C’è poi “Pied’amaro” bimbo Gigi.

Lui la pagnotta la porta sempre a casa.

Se avesse i piedi dritti sarebbe un gran giocatore, ma non si può avere tutto…

Cuore e testa non gli mancano, così te lo ritrovi sempre vicino quando devi scaricare il pallone, puntuale nel ridarti palla se cerchi l’uno-due e pure se non corre veloce come un tempo, non si ferma mai.

20181012_143035

Le sue chiusure sono sempre puntuali perché è abile a chiudere le linee di passaggio

20181012_142725(0)

e a mettersi sempre nella giusta posizione per imbastire le ripartenze.

E finisco con White Fox, il “Richelieu” del rettangolo di gioco, il fine stratega che ha finito per rovinare la vecchiaia al Vate.

20181012_142632(0)

Il nostro vecchio mister  Patriarca ( buonanima ) amava ripetere “chi sà, sà !”

Ed Ernesto è uno che sà…

Dirige l’orchestra da dietro quando ci sono troppi spifferi, salvo poi materializzarsi come il demonio là davanti per punire i miscredenti che ancora dubitano.

Ciccio dice che si è imbolsito, ma a me pare ancora un cobra sonnacchioso pronto però a scattare ogni momento per incidere col suo morso letale.

Così anche oggi si è portato a casa i 3 punti.

Ma occhio !

Quando Alfredo prima di andare via, ha aperto il portabagagli della seicento, ho visto un borsone pieno di bamboline…

PhotoFunia-1539365879 (1)

GC

Angeli e diavoli

Digressione

20181005_140626

Finchè le conte toccheranno al Vate ed ad Ernesto, le squadre difficilmente saranno bilanciate…se poi il “penta-campeon” vince la prima conta, potete già scommettere sul risultato…

Ernesto è troppo più forte e la sua squadra parte sicuramente avvantaggiata. Se poi nel suo team c’è anche “Brutus” allora neanche l’inferiorità numerica  basta a frenarne il prevedibile epilogo.

Oggi i discepoli del Vate hanno sofferto il furioso avvio degli avversari e dopo una decina di minuti stavano già sotto di 4 goals.

La difesa faceva acqua da tutte le parti e i contrattacchi, affidati per lo più ad imprecisi lanci lunghi, risultavano vani.

Poi qualcosa è magicamente cambiato. Il Vate suonava la riscossa, la difesa si registrava, i passaggi diventavano più precisi e il portiere avversario veniva finalmente deflorato.

Iniziava a quel punto la vera lotta col nostro eroe che guidava una faticosa quanto imprevedibile rimonta.

Per tirare bene in porta è necessaria una buona tecnica e una perfetta coordinazione.

Il busto leggermente in avanti, piede d’appoggio che cade parallelo al pallone, tenendo presente che la palla seguirà una traiettoria nella direzione della punta dello stesso. Il piede che calcia deve avere la punta in giù, senza timore di prendere il terreno. Il collo del piede ben teso all’impatto e il calcio deve partire fluido e potente…

Bene chiarito il concetto, sappiate che Alfredo non fà nulla di tutto ciò.

20181005_141439

Lui arriva barcollante, poggia il peso sulla gamba fracica che tremula leggermente, mentre tenta di rimanere in equilibrio impatta la palla di punta, in un punto indefinito scelto  solo dagli dei e a quel punto parte un tiro assolutamente imprevedibile.

Se poi, per uno strano scherzo del destino prende la porta, il portiere non ha scampo…

Oggi era la sua giornata, quindi figuratevi se poteva andare in porta !

Sarebbe stato uno spreco intollerabile del suo talento cristallino anche se i suoi ingrati compagni hanno faticato a capirlo.

Così tra un azione e l’altra la lotta si è fatta dura.

Ernesto dirigeva da dietro la sua squadra, ma quando avanzava faceva male.

20181005_142613(1)

Angelo spesso difendeva la porta ma quando usciva lottava su ogni palla, rendendosi pericoloso in più di un occasione.

20181005_142741

Matteo ingaggiava furiosi duelli in ogni parte del campo, correva e scambiava palla con Brutus, dando il “la” a molte azioni ficcanti

mat

Ma il vero incubo degli avversari è stato Brutus…

20181005_141657

Difficile fermarlo anche con i falli o con la marcatura stretta e pressante

20181005_14185320181005_14175520181005_142534(1)

La cattiveria agonistica del giovane virgulto non si riusciva ad arginarla e il Vate ha rischiato di perderci la testa

20181005_141451dribgol

Uno così diventa antipatico… E se stà antipatico a me, immagino cosa sarà per gli avversari.

Tra i discepoli del Vate ha dato  buona prova di sé il solito Pino, roccioso e determinato in ogni occasione

20181005_141656

Davide, imperioso nel suo incedere,davide

ha dato l’ennesima prova della doppia personalità…

Quando vince è soave e leggiadro, ama il suo prossimo e si libra nell’aria come una libellula

20181005_142827(0)

Ma quando perde…! Si trasforma letteralmente, aggredisce il compagno troppo lento, tenta di morderlo sul collo se sbaglia il passaggio…col Vate poi, lancia sguardi di odio puro. Insomma Dr Jekil e mr. Hide !

PhotoFunia-1538756012

Per non parlare poi dell’inossidabile Manovella.

Prima della partita il suo ottimismo è contagioso…20181005_140631 Ma a fine partita

anche lui si è arreso20181005_140654.

Concludo col povero Ciccio.

Lui il suo lavoro l’ha fatto…ma non è bastato.

Ha difeso la porta onorevolmente ed ha anche trovato il gol con un tiro dalla sua mattonella, ma nonostante la buona prova il risultato non lo ha premiato. Lui in fondo è solo un buon giocatore, non un mostro !

FunPhotoBoxface1182781633hckwuc

GC

GOMBLOTTO !

Digressione

20181001_140835

Si sà, l’invidia è una brutta bestia e per molte serpi che amano tramare nell’ombra, vedere il Vate lassù, primo in classifica era divenuto uno smacco intollerabile.

Ernesto, Manovella, Gigi…ormai tutti lo guardavano storto.

Davide in particolare, si stava ammalando con il fegato ed era calato di quasi 80 grammi !

Il vecchio saggio avvertiva quest’aria di malanimo intorno a sé e seduto nel suo angolo, prima della partita, scrutava i giocatori nella vana speranza di trovare un volto amico…ma ahimè, si sà che l’animo umano, quando c’è di mezzo il pallone, sprigiona tutta la sua malvagità.

Lo sguardo si posò su Matteo, nella speranza che almeno in un giovane albergasse un po’ di purezza, ma il gesto che ricevette in risposta fu più che eloquente…

20181001_140926

Così si andò alle conte tra lui ed Ernesto.

Inutile dire che il destino cinico e baro, si accanì ancora sul nostro eroe.

Penna Bianca si aggiudicò Cristian, Pino, Gigi, Davide e poi giusto per non apparire troppo sfacciato, prese me per la porta.

Di là col nostro eroe andarono Ciccio, Pako, Matteo, Manovella e Angelo.

Ciccio capì subito l’antifona e cercò di ritornare negli spogliatoi, farfugliando “io con quelli non ci gioco”

20181001_140916

Poi fu ripreso per un orecchio e ributtato in campo.

Palla al centro e 1 a 0 per noi.

Pressing di Manovella e 2 a 0 per noi.

Pako avanza impavido e 3 a 0 per noi.

Angelo combatte e 4 a 0 per noi.

E’ troppo per il Vate che decide di prendere in mano la situazione e di uscire dalla porta.

Arringa i compagni come solo lui sà fare e dirige in prima persona un loro contropiede.

Io di fronte ad un simile stoico eroismo non so resistere alla commozione e così su un loro innocuo tiro, alzo il piedone e lascio passar la palla…alle volte un gesto generoso costa così poco…

Ma i miei sono carogne dentro.

Bello de papà, che ho deciso di ribattezzare “Bruto” come l’ingrato figlio di Cesare, si beve gli avversari a grappoli,  segna e fa segnare.

Ne gioisce particolarmente Davide che diventa garrulo e querulo, sorride a tutti e dispensa complimenti persino a me !

Ernesto penetra come un coltello nel burro e Pino randella e dirige come nei giorni migliori. Gigi raccorda il gioco e in un occasione trova persino la via del gol…abbastanza per far capire al Vate che oggi non è giornata.

Il Manu non lo ascolta e fa pressing anche sui miei pali, ignorando i richiami disperati del maestro.

Ciccio è troppo impegnato a non prenderle, per poter pure pensare a darle.

Matteo combatte con tanta disperazione e poco acume…e per mia fortuna quando tira in porta spaventa solo i piccioni.

Angelo si mette sulla fascia, ma ha l’aria di chi sperduto si chiede dove sia capitato…e infine l’infame Pako !

Lui si che  ce la mette tutta per far morire il vecchio di crepacuore.

Il Vate lo guarda e lo insulta e ad ogni palla persa grida : Per Dio !!

Secondo me però, voleva dire perd’io (perdo io…).

Quando poi per una volta riesce a liberarsi in area, invoca la palla con l’ultimo anelito di voce, ma il Pako lo ignora e tira fuori…così lo rincorre e con odio gli tira uno sputazzo nell’occhio, riducendolo cosi !

20181001_140929

Finisce tanto a poco per noi.

Il vate è amareggiato, ma in fondo si consola che per come si era messa, ha evitato almeno il cappotto.

Il vantaggio è ancora notevole, ma già Ernesto annusa l’usta.

Certo è dura con tutta l’invidia che c’è in giro…ormai c’è aria di gomblotto !

GC

20181001_140919

 

 

Benvenuti !

dove c’eravamo lasciati ? Se non ricordo male, erano i tempi che Manovella segnava su rovesciata, Gigi azzeccava ancora qualche passaggio , il Vate riusciva ancora a capire in quale squadra giocava e Ernesto vinceva i campionati a mani basse… ma era tanto tempo fà. Ora guardi la classifica e ci trovi Alfredo in testa ! E’ quindi ovvio che … Continua a leggere